Skip links

Tag: sentenza

IVA agevolata su integratori?

IVA agevolata su integratori? La Corte di Giustizia dell’Unione Europea chiarisce la differente portata giuridica della categoria di “alimento” nella normativa alimentare ed in quella tributaria, tale per cui solo alcune tipologie di integratori alimentari meritano il beneficio dell’IVA con aliquota ridotta. La sentenza Analizzeremo brevemente la sentenza della Corte

Sentenza CGUE su novel food (insetti)

Sentenza CGUE su novel food (insetti): la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ci parla di insetti, mettendo in luce una falla del vecchio regolamento (CE) 258/97. Per una panoramica sui novel food, consigliamo un nostro articolo di carattere generale, ed uno specifico sulle modalità per chiederne l’autorizzazione al commercio, nonché

Consiglio di Stato e claim sui botanicals

Consiglio di Stato e claim sui botanicals: una pronuncia di aprile 2020 fa finalmente chiarezza sulla possibilità e sulle condizioni di utilizzo delle rivendicazioni sulla salute. Stiamo parlando della sentenza n. 2371 del 10 aprile 2020 della Sesta Sezione del massimo organo della giustizia amministrativa italiano. La vicenda In breve,

Paesi Bassi: sentenza sul formaggio vegano

Paesi Bassi: sentenza sul formaggio vegano. Vediamo in questo piccolo approfondimento come pubblicizzare correttamente le alternative vegane o vegetariane al formaggio senza commettere infrazioni di sorta. Una sentenza della più alta corte olandese chiarisce la portata dell’esclusività delle denominazioni dei prodotti lattiero-caseari (ma il principio è estendibile ad altre categorie

Cibo non gluten free ad un celiaco: è reato?

Cibo non gluten free ad un celiaco: è reato? Di cosa potrebbe essere chiamato a rispondere un ristoratore? Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione, “risponde del reato di omicidio colposo, ove si dimostri che il gestore sia stato compiutamente edotto sulla gravità delle allergie del commensale e sugli effettivi pericoli connessi alla trasgressione del regime alimentare cui egli è tenuto…”

Avvelenamento di alimenti: quando si prescrive?

Una recente sentenza della Corte di Cassazione fa luce sul termine di decorrenza della prescrizione per il reato previsto e punito dall’art. 439 c.p., ovvero dal momento di perfezionamento della condotta e non da quando cessa l’avvelenamento stesso.